Alessia Iuliano, Fa sempre freddo

Fa sempre freddo, soffia
smarrita l’ora ventale.

Dorme fuggendo la paura
che i sogni fossero sogni
nient’altro che sogni nei sogni
sognando al rimedio dei ricordi.

Era domenica e doveva essere stupendo
il colore delle ore
incolumi al pomeriggio di ottobre
mentre in prima visione
il campanile dei francescani
osannava la diplomazia degli avventi

(Da Ottobre nei viavai, RPLibri 2018)

Pubblicato da

Critica Impura

Letteratura, filosofia, arte e critica globale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...