Roberta Sirignano, la teca perde sangue dal cuore

la teca perde sangue dal cuore
immagina il valore dello sfondo
dall’esterno si avvicina lo schieramento avverso
sfascia la consuetudine
della tregua non ti parlo mai eppure il momento è attivo
fiuta il rovesciarsi il pentimento e il cambio pagina
il dolore arriva improvviso sul polpaccio destro
fingiamo di conoscerlo prima che accada
il timore del vento lo trasformo in un brivido a biro nera

(Da Sogno la direttiva, RPLibri 2021)

Pubblicato da

Critica Impura

Letteratura, filosofia, arte e critica globale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...