Guido Turco, La tendenza a scrivere pesante

La tendenza a scrivere pesante deve essere parente della pratica con cui mangiamo.
Mangiamo troppo e troppo in fretta, non digeriamo niente e abbiamo soltanto voglia di chiudere gli occhi.
L’evoluzione linguistica da pisolino a pennicchella a mindfullness non l’ha ancora studiata nessuno.
Attaccati a diversi alberi si trovano gli annunci per ritrovare cani e gatti. Niente da fare per mogli e mariti. Ancora non c’è l’usanza, che è anche una forma di pubblicità. Far sapere che avevi un cane, un marito, un pappagallo d’Amazzonia che è volato via.
Il cielo resiste molto in alto nella classifica delle cose più guardate e meno capite. Ma è sempre qualcosa accorgersi di un aereoplano, rendersi conto che basterebbe dargli uno schiaffo per farlo cadere. Stavo con il naso all’insù quando è arrivato il postino, carico di pioggia, ma non sembrava importasse granché. La penna per la firma sulla raccomandata gli scivolava, « come una trota » ha detto.
L’ultimo bestseller che ho comprato è una storia dell’umanità, qualcosa scritto per far concorrenza alla Torah. Si scopre che non siamo poi tutto quel ben di Dio.
Mia moglie si concentra sui libri di ricette, dice che c’è un disegno dentro, che il senso delle cose sta nascosto e una volta fatto poi scompare rapidamente.
Non riesco a darle torto, le ho solo consigliato di andarci piano.
Poi ha ripreso a piovere. Gli ombrelli se ne perdevano un sacco, la poesia più stanca raccontava quasi sempre in treno.
Ora non ne ho mai a portata di mano. Tutti persi, i magazzini delle ferrovie stracolmi di parapioggia chiusi.

 

(Da Un’ultima cosa prima di partire, silloge inedita)

Pubblicato da

Critica Impura

Letteratura, filosofia, arte e critica globale.

2 pensieri su “Guido Turco, La tendenza a scrivere pesante”

  1. apprezzo il testo per il suo sense of humor ma non mi sembra che corrisponda alla mia idea privata di poesia. E’ un ottimo pezzo di prosa.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...