Mauro Pierno, Il potere della sintesi polverizzato

Il potere della sintesi polverizzato

e guardo negli occhi
un unico pensiero, allo specchio
quella lotta al tinnove, chiedevi?
L’esperienza antica seduta,
oppure sedotta. Un solo ed unico frammento,
non ricordi, neppure?
Il pugno è stato un simbolo che ora riposa nella mano. Oppure suonare il piano con una sola. Il pianista non ricordo più chi sia, la citazione non serve,
Chopin si dissolve?
Non devi stare ad ascoltare figlio il mare di mazzate, la correzione è d’obbligo, cazzate, che la sostanza propone. Uno sterile Virgilio la vita propose.
In assenza di piano
la casualità applicata ha scelto Virgilio a virgulto.
Lui rispose, confermo?
(Inedito)
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...