Giovanna Cristina Vivinetto, Ho l’abitudine di pulire

Ho l’abitudine di pulire
gli oggetti usati dopo averli comprati.
Mi convinco che l’acqua possa
cancellare la memoria di un uso
improprio e che restituisca
ad ogni cosa la sua giusta luce.

Così quando dovevo consegnarti
il mio corpo ho lavato via
all’acqua corrente le forme
a te ignote. Le impronte residue
di qualcosa che non avresti capito.

A vent’anni mi sono battezzata a te
e all’ingenuità delle forme semplici,
basilari. A te è bastato questo:
non ti è venuto in mente di osservarmi
da vicino, di girare gli occhi
verso l’acqua. Così io non ti chiedo
se ti sembro diversa né tu
me lo dici.

 

(Da Dolore Minimo, Interlinea 2018)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...