Maria Chiara Rafaiani, Pasqua

Fra le reliquie di questa casa
e della contemporaneità
brillano i ricordi di momenti
felici solo ora e per sempre

io sono qui in quest’affanno
del dar senso alla vita
degli oggetti dove nascondiamo
l’animale umano, le sue
misericordiose dimenticanze

Per un attimo volevo dirti
non vediamoci più, dove va
tutto questo respirare
dimenticare le parole ed i giorni

ma ti ho visto nel riflesso
della vita, starmi accanto
quando non posso toccarti
alleggerire il traffico con in mano
le buste della spesa, guardare
il parco con quattro occhi

Aprile non c’è resurrezione
ogni ora si apre come un buco
in cui l’amore è eterno
la carne incorruttibile

 

(Inedito)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...