Carla Bertola, Un foglio bianco

Un foglio bianco

fa paura ha un futuro

imprevedibile strappare non serve

potrebbe servire meglio

scritto se poi è stampato

pubblicato tutto

è concesso come un matrimonio

l’incertezza è logorante crudelmente

disumana specie per quelli

che restano purtroppo non tutti

capiscono certe creature se uno

no le aiuta persino gli insetti

non si lasciano in agonia

ho visitato tanti

bar trattorie affini frequentato

chiese ospedali grandi

magazzini la solitudine

ha sempre un odore

qualche volta puzza raramente

profuma le case nuove

sono tristi perché non manca

niente eccetto la polvere ciò le rende

disadatte all’amore

 

(Da Ritrovamenti, Eureka Edizioni 2016)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...