Pietro Russo, 00:00

00:00

È l’istante assoluto
tra palla e polpastrelli
solo luce e la sirena. Lo schiaffo
del nylon, quando entra.
Volti. Dappertutto. Sfigurati
da una gioia che risale i millenni.
La successione del finale
ogni giorno, implacabile
dentro la stanza.
Nemmeno erano contemplabili
una tempistica diversa, il ferro,
un tremore inopportuno del polso.

 

(Da A questa vertigine, Italic 2016)

Pubblicato da

Critica Impura

Letteratura, filosofia, arte e critica globale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...